Menu Chiudi

Torna Erasmus+ ad Atri: Abruzzo Ontario capofila di un nuovo progetto con Polonia e Ungheria

A partire da sabato 5  marzo fino al prossimo 12 marzo, arriveranno in Abruzzo due delegazioni dalla Polonia e dalla Ungheria, in tutto 15 cittadini dalle città di Wroclaw (Polonia) e Debrecen (Ungheria) che si fermeranno per otto giorni, nell’ambito del progetto Erasmus Plus denominato Active Aging, Active Learning promosso dall’Associazione Abruzzo Ontario di Atri, ente organizzatore della manifestazione sportiva giovanile internazionale Atri Cup, che raggiungerà quest’anno la 36ima edizione consecutiva.

Il progetto, della durata di circa un anno, è finalizzato allo scambio culturale e di buone pratiche fra associazioni europee sulle azioni da intraprendere per migliorare l’integrazione sociale dei ‘diversamente giovani’, incoraggiarli ad attività collettive e ad uno stile di vita sano, per una seniority fatta di benessere e qualità.

Nel corso del nuovo progetto europeo, di cui addirittura questa volta l’Associazione ducale Abruzzo Ontario è capofila e team leader, ci saranno ben quattro periodi di mobilità per ogni Paese partecipante: le delegazioni e i gruppi di Italia, Polonia e Ungheria avranno modo di scambiarsi visite ed esperienze nei rispettivi paesi.

In Atri e nel territorio abruzzese saranno ospiti per ben due volte, ora e a giugno, durante l’Atri Cup 2022; sarà nel frattempo la volta della delegazione atriana raggiungere le due città ungherese e polacca durante i mesi di aprile e maggio, per scambiare l’esperienza all’estero.

La permanenza ad Atri e in Abruzzo prevede l’ospitalità delle due delegazioni che saranno coinvolte in un ricco programma di attività, workshop, visite culturali ed istituzionali.

Il programma della settimana dal 5 al 12 Marzo è stato messo a punto dal team dell’Associazione Abruzzo Ontario che si occupa del progetto, in collaborazione con altre Associazioni locali e l’imprescindibile sostegno e supporto del Comune e della Regione Abruzzo (ci saranno anche incontri con le istituzioni cittadine in municipio e con le autorità regionali a L’Aquila e Pescara).

Il sindaco del Comune di Atri, Piergiorgio Ferretti, esprimendo l’auspicio di instaurare rapporti di cooperazione internazionale e di scambio di buone pratiche in ambito occupazionale, sociale e culturale dei senior e delle future generazioni, ha inteso sottolineare l’importanza di queste iniziative e dichiararsi onorato della presenza in città di tanti, numerosi e appassionati ospiti europei.

“In questo difficile momento legato al conflitto in corso – commentano dall’Amministrazione Comunale di Atri –, un progetto come questo assume un valore ancora più importante, che parla di integrazione, amicizia, vicinanza e pace. Valori da sempre veicolati dall’Atri Cup. Un plauso agli organizzatori e a quanti collaboreranno per rendere la permanenza in città degli amici e ospiti stranieri, per quanto possibile, serena”

La delegazione polacca sarà costituita dai rappresentanti della fortissima associazione di volontariato ‘Semper Avanti’ di Wroclaw, che vanta al proprio attivo un incredibile numero di progetti europei e una molteplice varietà di attività in campo sociale e culturale.

Il gruppo ungherese invece, è un’associazione dedita da sempre all’integrazione generazionale attraverso lo strumento sportivo e la compartecipazione attiva dei senior all’attività ludico motoria dei piccoli, nei più eterogenei ruoli e compiti, con obiettivo mirato alla buona saluta tramite la frequentazione degli ambienti sportivi.

«Il nuovo progetto Invecchiamento attivo, Apprendimento attivo rappresenta un’importante e ulteriore opportunità di crescita culturale e di cambiamento in dimensione europea, promuovendo i valori dell’inclusione e della conoscenza reciproca. Non vediamo l’ora di accogliere i nostri amici polacchi e ungheresi nella nostra bellissima terra: abbiamo lavorato come Associazione ad un ricchissimo programma di accoglienza e di eventi, con il quale vogliamo mostrare le qualità abruzzesi e italiane. Ci tengo a ringraziare l’amico e volontario, il Dottor Lorenzo Infante, perché è grazie a lui che siamo in Europa e con lui stiamo già lavorando a futuri progetti simili per promuovere la conoscenza dell’Abruzzo in Europa» commenta il Presidente dell’Associazione Abruzzo Ontario, il Prof. Antonio Di Musciano.

Numerose le tappe del programma del meeting Erasmus di Atri, per la realizzazione del quale l’Associazione ringrazia sentitamente:

  • il Comune, la Giunta e il Sindaco di Atri, Prof. Ferretti
  • la Protezione Civile Gruppo Alpini di Atri e il Responsabile Alvaro Guardiani
  • tutti coloro che hanno fornito la propria collaborazione a diverso titolo

per l’aiuto e la presenza fornite nell’allestimento di una settimana che lascerà certamente negli ospiti un ricordo indelebile del nostro territorio e della nostra cultura e ospitalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.